title=

 

Tutto cominciò nel lontano 1947 e da allora è stato un continuo e ininterrotto susseguirsi di eventi fondamentali.

Il presidente dei primi anni fu Antonino Lo Giudice, seguito da Emanuele Scarpiello, rimasto alla guida per trentatre anni dal 1949 al 1982.

Tra i personaggi di maggiore statura dello sport universitario, Scarpiello è stato fondatore, oltre che del CUS Genova, anche del CUSI, e della FISU, di cui ha retto per molti anni la Commissione Tecnica.

Dal 1982 la presidenza è passata a Mauro Nasciuti, tuttora in carica.

Nasciuti, grazie anche alla sua notevole esperienza maturata nell’ambito della Federazione Italiana di Atletica Leggera, ha avuto il difficile, ma suggestivo, compito di traghettare il CUS verso e oltre l’anno 2000.

L’elenco degli atleti più celebri di questi anni così intensi non può non aprirsi con Marco Bollesan, a lungo capitano della Nazionale italiana e giocatore più rappresentativo del Rugby italiano. Accanto a lui ci sono numerosi olimpionici dell’Hockey (Morra, Puccioni, Galliani, Formenti, e Pampuro), il primatista italiano di salto in alto Walter Zamparelli, Paola Bolognesi e Carla Lunghi, esponenti di spicco dell’atletica leggera nazionale. Da non dimenticare anche i momenti d’oro del Basket, del Softball, del Baseball, del Tennis e persino dello Sci. La striscia più lunga di successi appartiene comunque all’atletica leggera che arriva fino ad oggi con la campionessa Emma Linda Quaglia, sesta nella Maratona dei Campionati Mondiali di Atletica svoltisi a Mosca nel 2013 con il tempo di 2.34.16.

Grazie a questo collage di successi il CUS Genova ha ottenuto la “Stella d’oro al merito sportivo” del CONI.

In questo viaggio sul filo della memoria saltano all’occhio anche i nomi di Gianmario Roveraro, primo italiano a superare i due metri nell’alto, Paolo De Chiesa, a lungo protagonista dello sci azzurro, Domenico Arnuzzo, forte calciatore della Sampdoria, Giacomo Crosa, olimpionico del salto in alto a Città del Messico e Pierluigi Gatti, ottimo saltatore in lungo e triplista.

Dando un’occhiata, invece, ai numeri troviamo: 7 atleti partecipanti alle Olimpiadi, tutti nell’Hockey su prato, 3 titoli europei, 15 italiani assoluti, e 28 di categoria, 57 maglie azzurre assolute e 70 giovanili, oltre 200 campioni nazionali universitari.

Niente male, davvero!