Si è conclusa a Napoli la XXX edizione delle Universiadi, manifestazione di respiro internazionale cui partecipano i migliori atleti universitari. In quelle che sono dunque le "Olimpiadi universitarie" l'Italia ha chiuso al sesto posto dal punto di vista del medagliere, conquistando 15 ori, 13 argenti e 16 bronzi. Un contributo importante è arrivato anche sia dagli atleti iscritti all'Ateneo di Genova sia dagli atleti con una importante storia legata al CUS Genova.

Tra i successi spicca l'oro di Luminosa Bogliolo, adesso alle Fiamme Oro ma sempre Cussina. Nella finale dei 100 hs l'alassina si è imposta con un fantastico 12"79 a soli tre centesimi dal record italiano femminile di specialità, concludendo la gara davanti a Hurske e Comte. Un periodo fantastico dunque per la 23enne, iscritta a Torino alla facoltà di Veterinaria. Due pallanuotisti sono invece stati protagonisti del cammino del Settebello e del Setterosa alle Universiadi, conquistando rispettivamente l'oro e l'argento. Stiamo parlando di Pierre Manuel Pellegrini e di Giulia Millo, iscritti a Scienze Politiche e Giurisprudenza. Per il portiere alla Piscina Scandone di Napoli è arrivato un successo in finale contro gli Stati Uniti per 18-7, con alcune sue parate determinanti. Giulia invece si è dovuta accontentare, per così dire, del secondo posto in finale contro l'Ungheria, vincente per 8-7. Sfida al cardiopalma che ha visto la pallanuotista ligure andare a segno due volte, anche se alla fine il risultato ha dato ragione alle Magiare.

Tra gli storici atleti del CUS ottimo anche l'apporto di Luca Zini del Rugby Sevens, iscritto a Padova, coadiuvato dal ligure Stefano Romano di Giurisprudenza. Allo Stadio NATO di Bagnoli gli Azzurri sono stati eliminati ai gironi solamente a causa della differenza punti in seguito alla sconfitta contro il Giappone per 17-0 e alle due vittorie contro Francia e Canda, rispettivamente per 33-17 e 12-5. Grande soddisfazione comunque per Luca, scelto dal CUSI per la lettura del giuramento dell'atleta durante la cerimonia d'apertura dell'Universiade allo Stadio San Paolo.

Decimo posto nell'eptathlon per Eleonora Ferrero, studente di Ingegneria a Savona nonché atleta del CUS Genova. La Biancorossa ha chiuso la classifica generale con uno score di 5361 punti. L'atletica leggera è stata seguita inoltre dai tre tecnici del CUS: Ezio Madonia, Eugenio Paolino e Walter Superina. Eliminato al terzo turno il tennista Alessandro Ceppellini di Odontoiatria, oro e argento nelle ultime due edizioni dei Campionato Nazionali Universitari. La racchetta genovese è uscita sconfitta contro il francese Poullain con il punteggio di 6-1 6-2. Fuori al primo turno invece nel doppio insieme ad Ortenzi contro Tseng e Wu per 6-3 6-4.

Settimo posto per l'Italia nel calcio femminile grazie alla vittoria per 5-2 contro il Canada. Tra le Azzurre era impegnata con la maglia azzurra Raffaella Emma Errico, iscritta a Scienze Motorie. Infine sfortunato Alberto Razzetti, nuotatore iscritto ad Economia che ha ottenuto un brillante tempo di 2'00"18 nella semifinale dei 200 misti, terzo crono utile che valeva la finale. Tuttavia per lui è arrivata una squalifica per virata irregolare nel cambio dorso-rana e dunque il suo cammino alla Piscina Scandone si è chiuso anzitempo.

 

 

Condividi