Prosegue la collaborazione tra il CUS Genova e il Teatro Nazionale di Genova, partner che comprende il Teatro della Corte Ivo Chiesa, il Teatro Gustavo Modena, il Teatro Eleonora Duse e Sala Mercato, e che da anni permette a centinaia di studenti di prendere parte a spettacoli teatrali con sconti e agevolazioni. Ecco la nuova iniziativa ideata: il Teatro in Movimento.

Un camion che magicamente si apre e diventa palcoscenico, con luci e scenografie come in un vero teatro, pronto a portare un carico di bellezza e spettacoli nelle piazze di Genova e della Liguria. È questo il fulcro di TIR – Teatro In Rivoluzione, il progetto ideato da Davide Livermore e promosso dal Teatro Nazionale di Genova in partnership con la Regione Liguria, il Comune di Genova e Iren.

Tre tappe a Genova – Piazza della Vittoria, Villa Bombrini a Cornigliano, Fascia di Rispetto di Prà – una a Savona al Priamar e tra fine agosto e settembre tappe in diversi Comuni liguri (da Santo Stefano Magra alla Valle Scrivia), con spettacoli che vanno dall’opera di Mozart "Bastiano e Bastiana" ai recital di Paolo Rossi, Laura Marinoni, Elisabetta Pozzi, Lella Costa, sino alle serate Homo Ridens, pillole di comicità letteraria animate da attori e musicisti.

L'ingresso sarà gratuito, anche se per rispondere alle normative anti COVID-19, in questa estate così diversa dalle altre, gli spettatori dovranno prenotare tramite il sito del teatro. Qui il link per prenotare i biglietti degli spettacoli.

Il programma sarà inaugurato da "Bastiano e Bastiana" di Mozart con la regia di Davide Livermore. Il direttore del Teatro Nazionale di Genova riprende la produzione originale Bastià i Bastiana, che aveva realizzato a Valencia per il Palau de les Arts Reina Sofia (da lui diretto dal 2015 al 2017). Completamente tradotto in italiano e messo in scena con un nuovo cast che comprende 4 attori, 3 cantanti e 6 musicisti (la direzione musicale è affidata ad Aida Bousselmà), lo spettacolo, che sarà presentato in tutte le località toccate dal TIR, è coprodotto dal Teatro Nazionale di Genova con il Teatro Carlo Felice.

«Il teatro itinerante esiste da sempre, quando avevo realizzato Bastià i Bastiana sul camion teatro, in Spagna come paragone avevano citato nientemeno che La Barraca di García Lorca» commenta Davide Livermore. «Certo per il pubblico è un elemento di sorpresa e di fascino vedere quello che da fuori sembra un normale tir trasformarsi in un teatro su ruote. Il valore aggiunto è che ci permette di muoverci agilmente da un posto all’altro, portando direttamente sotto casa dei cittadini liguri l’esperienza dello spettacolo dal vivo. In questo frangente della nostra storia e della nostra vita è più importante che mai che sia il teatro ad andare incontro al pubblico».

Fornito da una ditta specializzata, il TIR da chiuso è lungo 9.25 e largo 2.35 metri Si apre grazie a un complesso sistema idraulico, che sviluppa un palcoscenico di tutto rispetto, largo 15 metri, profondo 8.5 metri e altrettanto alto.

Tutte le condizioni dunque per prendere parte a questa splendida iniziativa. Vi aspettiamo numerosi!

 

 

Condividi